Leasing abitativo, prima la Lombardia

Home » News » Leasing abitativo, prima la Lombardia

Leasing abitativo, prima la Lombardia

Posted on

Leasing abitativo

La Lombardia sopravanza l’Emilia Romagna, che a sua volta precede il Lazio, e si attesta come la regione con maggiore richieste per l’acquisizione della “prima casa” in leasing. Arretra il Veneto, mentre cresce la Sicilia, prima Regione del Sud e sesta assoluta. Seguono, nell’ordine, Puglia, Campania e Friuli Venezia Giulia.

E’ questa la fotografia della geografia del nuovo contratto di “leasing abitativo”, con cui la società finanziatrice si obbliga ad acquistare o a far costruire un immobile secondo le indicazioni dell’utilizzatore. Quest’ultimo lo riceve in uso, per un tempo determinato a fronte del pagamento di un canone periodico: alla scadenza del contratto, ha la facoltà di riscattarne la proprietà, pagando il prezzo prestabilito.

Si parla di leasing “prima casa” perché è utilizzabile per acquisire l’abitazione principale da parte di soggetti con reddito complessivo non superiore a 55.000 euro lordi ciascuno (più persone possono cointestarsi il bene). Particolarmente significativi sono i vantaggi fiscali accordati agli under 35, che possono detrarre dalla dichiarazione dei redditi il 19% dei canoni, fino a un importo massimo di 8 mila euro annui, e il 19% del prezzo del riscatto, fino a un importo massimo di 20 mila euro.